Qualche cenno storico dell’A.I.D.A.

Nel dicembre del 1958 apparve un’inserzione sul “Bollettino filatelico” che, rivolgendosi ai collezionisti italiani di posta aerea, proponeva la fondazione di una associazione a cui potessero aderire gli appassionati.
L’idea di costituire in Italia una associazione fra i collezionisti di posta aerea e di documenti aerofilatelici fu, fin dagli inizi degli anni cinquanta, quando iniziò ad occuparsi di questa specialità, del Rag. Giuseppe Schenone e sua fu anche l’idea dell’inserzione sul “Bollettino Filatelico”.
Come racconta Schenone (alcuni stralci):
“Sono stato anch’io, come tutti o la maggior parte di noi, un collezionista di francobolli, più o meno soddisfatto, più o meno fortunato. In filatelia, nessuno può pretendere di arrivare ad una specializzazione senza avere prima avuto quella istruzione elementare, quella scuola, diciamo pure quell’apprendimento, che sono costituiti dalla iniziale raccolta generica e generale di francobolli. Raccolta che deve però essere l’avvio, la partenza per il conseguimento di risultati di ricerca, di studio e di soddisfazione che soltanto le collezioni specializzate possono dare. […] In molte persone, in molti amici è certamente maturato lo stesso proposito di associare i collezionisti di posta aerea, che ho avuto io. Di unirli, cioè , in un vincolo affettivo e materiale che durasse nel tempo e fosse a sua volta punto di partenza per ulteriori progressi. […] “
All’iniziativa di Schenone aderirono ben 31 persone e l’11 dicembre 1958, questi 32 appassionati di posta aerea, di persona o per delega, si riunirono a Milano e con una prima circolare comunicarono la costituzione di un Comitato Provvisorio così composto:

Cognome e NomeCittà di provenienza
CHERUBINI Rag. CherubinoFIRENZE
GALL Prof. Dott. PieroTRIESTE
GUARINO Sig. LuigiMILANO
ONOFRI Rag. MarioMILANO
POGLIANI Sig. PaoloFIRENZE
SCHENONE Rag. GiuseppeMILANO
TARAGNI Ing. SandroMILANO

Primo presidente del Comitato Provvisorio fu nominato il Rag. Mario Onofri, mentre, come primo segretario-tesoriere l’incarico fu affidato al Sig. Luigi Guarino.
Venne così convocata l’assemblea dei soci fondatori per la sera del 27 dicembre 1958, a Milano, presso una sala del Caffè Biffi, in quella Galleria Vittorio Emanuele II che da più un secolo è il cuore della metropoli lombarda, dove i convenuti si trovarono a partecipare non ad una formale e tediosa assemblea costituente, ma ad un raduno amichevole di appassionati dell’aerofilatelia che in questo clima gioioso diedero vita a:

A I D AAssociazione Italiana Di Aerofilatelia.

In quella occasione, oltre alla denominazione sociale, venne stilato un programma di attività che troverà poi attuazione nella stesura dello statuto sociale.
Ai primi di gennaio 1959 sul “Corriere d’Informazione” apparve il seguente annuncio:

AEROFILATELIA – A Milano si è costituita L’Associazione Italiana di Aerofilatelia che riunisce i collezionisti di francobolli, aerogrammi e documenti relativi alla posta aerea e di tutto il materiale che ad essa si ricollega nella storia del volo.

La circolare nr. 3 del 25 gennaio 1959 annunciava che il Comitato provvisorio aveva indetto per il 14 marzo 1959 l’Assemblea generale dei soci e fra i punti all’ordine del giorno prevedeva la presentazione della bozza di statuto e l’elezione del primo consiglio direttivo. Con successiva circolare, la nr. 4 del 14 marzo 1959, si comunicava l’approvazione dello Statuto Sociale, gli eletti nel primo consiglio direttivo (in pratica furono confermati i soci del Comitato Provvisorio), così come fu nominato il primo Presidente riconfermando la persona del Rag. Mario Onofri.
Di seguito la riproduzione dell’originale del documento riportante l’elenco dei 32 soci fondatori, ivi compresi i soci componenti del Comitato Provvisorio, con le città di provenienza e la riproduzione dell’atto costitutivo con il programma operativo dell’associazione A.I.D.A.

Nel tempo sono stati diversi i presidenti che si sono succeduti alla guida, ognuno dei quali ha dato una propria significativa impronta al proprio mandato, lungo gli oltre 60 anni di vita della nostra Associazione. Tra tutti, come si può vedere dall’elenco qui sotto riportato, emerge la figura dell’Ing. Sandro Taragni, storico e collezionista dai pionieri ai giorni nostri, il cui mandato è durato per oltre un trentennio e che è stato per molti fonte di ispirazione.

Presidenti AIDA
Mario ONOFRI1958 – 1964
Sandro TARAGNI1964 – 1996
Aldo ALONGE1996 – 1999
Fernando CORSARI1999 – 2002
Costantino GIRONI2002 – 2012
Roberto GOTTARDI2013 – 2018
Fiorenzo LONGHI2019 – ( – )

Ma non si possono dimenticare anche Mario Onofri, scrittore e collezionista Zeppelin, Aldo Alonge, scrittore e collezionista delle crociere atlantiche e Fernando Corsari, autore (con Ugo Desimoni) del primo catalogo di aerofilatelia moderno, scrittore e collezionista di voli interrotti che è stato per tutti “il Segretario”, compito da lui espletato con perizia per molti anni, prima di diventare presidente.
Non possiamo dimenticare che l’AIDA ha avuto, in un paio di occasioni, la figura del Presidente Onorario. Il primo fu Sandro Taragni, al quale nel 1996, dopo ben 32 anni di presidenza, è stato conferito dal Consiglio tale incarico onorifico, in segno di riconoscenza per i tanti anni dedicati all’AIDA, con il passaggio di testimone ad Aldo Alonge, che rimase in carica come presidente fino al 1999. Dovranno passare ben 12 anni per vedere ancora l’assegnazione della presidenza onoraria, conferita questa volta a Giovanni Merelli, per le tante iniziative da lui promosse a favore dell’Associazione, con un voto all’unanimità dal Consiglio il 7 giugno 2009; incarico mantenuto anch’esso fino alla sua scomparsa, avvenuta il 18 gennaio 2013.
E poi ancora è doveroso ricordare la passione dimostrata dagli ultimi presidenti Costantino Gironi e Roberto Gottardi, che hanno dovuto gestire le molte difficoltà che negli ultimi anni, la nostra, così come tante altre associazioni, si sono trovate ad affrontare. Come detto, il primo segretario-tesoriere del Comitato Provvisorio fu il Sig. Luigi Guarino. Successivamente la segreteria fu retta da Giuseppe Schenone, poi da Luigi Bassani, da Luigi Polo Friz, da Fernando Corsari, da Giorgio Barberis, ancora da Fernando Corsari, da Pierluigi Facchi, da Flavio Riccitelli e da Roberto Gottardi, che negli ultimi anni ha condiviso la segretaria con la presidenza.
Passando a descrivere gli ultimi anni della nostra vita associativa, non si può omettere di parlare pure dei momenti difficili, nell’ultimo dei quali, alla fine del 2018, era stata paventata addirittura la volontà di mettere fine a questa storica esperienza. Ed è storia nota che, grazie all’impegno di Fiorenzo Longhi, si è potuto scongiurare questo triste epilogo.
Com’è a tutti noto, l’Assemblea straordinaria, riunitasi regolarmente a Verona il 24 novembre 2018, ha votato all’unanimità contro lo scioglimento dell’Associazione, che era uno dei punti messi all’ordine del giorno. L’obiettivo è stato raggiunto anche grazie ad un faticoso lavoro preparatorio, da parte del Dr. Fiorenzo Longhi e di alcuni soci volenterosi, espletato attraverso un questionario inviato a tutti i soci ed anche ad un cospicuo numero di non iscritti, c.d. “soci potenziali”, nel quale oltre alla fatidica domanda circa lo scioglimento dell’associazione, veniva richiesto anche di esprimersi su altri punti importanti, dai quali sono state tratte le linee guida che oggi stanno caratterizzando il rilancio e lo sviluppo dell’associazione, quelle sfide che i nuovi tempi ci impongono. La creazione di un sito web è una di queste.
L’attuale presidente è dunque Fiorenzo Longhi, il più grande esperto di aerofilatelia italiana e tra i più conosciuti a livello internazionale, nonché perito filatelico del Tribunale e della Camera di Commercio, facente parte della prestigiosa AIEP (Association Internationale des Experts en Philatelie), autore di quella meravigliosa opera che è il Catalogo Storico Descrittivo dell’Aerofilia Italiana, una cronistoria dell’aviazione civile italiana e della posta aerea attraverso documenti postali e complementari ed anche autore di numerosi articoli (oltre 50).
Attualmente, il segretario e tesoriere è nuovamente Flavio Riccitelli, anch’egli grande esperto di aerofilatelia e storia aeropostale, autore di numerosi scritti inerenti le prime compagnie aeree ed i voli transatlantici.